Una lesione da attività sportiva? – la strada per una guarigione coronata da successo

Haelspore
Se per sfortuna ti capita una lesione durante l’attività sportiva, è importante affrontare le modalità di recupero nella maniera giusta fin dal primo giorno.
Puoi leggere qui come iniziare bene il percorso che porti a un rapido recupero prevenendo ricadute e nuove lesioni.Le lesioni da attività sportive sono dovute in molti casi a uno sforzo come conseguenza di un allenamento scorretto o eccessivo. Altre lesioni sono distorsioni, strappi muscolari, ecc.
Può capitare a tutti di procurarsi una lesione facendo sport – anche se si è in buona forma. Il passaggio a una nuova disciplina che applichi uno sforzo diverso su muscoli e legamenti rispetto allo sport praticato in precedenza presenta un maggiore rischio di lesioni.

Molte lesioni da attività sportiva sono dovute a un riscaldamento insufficiente.
Le lesioni si verificano quando si aumenta lo sforzo sul proprio corpo, ci si allena più intensivamente del solito o per un balzo o una torsione improvvisi. È anche importante valutare se la lesione possa essere stata causata da una cattiva attrezzatura (per es. le scarpe), da un supporto inadeguato o da una tecnica errata.

Indlægssåler - Plantar fasciitis

  • Più di 100.000 clienti non possono sbagliarsi!
  • Politica di refusione a 60 giorni
  • Restituzione dei soldi garantita

Solo 54 €

Come affrontare una lesione dovuta ad attività sportiva

Se ci si procura una lesione facendo sport, bisogna reagire con calma. Senza cercare di tornare ad allenarsi troppo presto. Distorsioni e lesioni ai muscoli e alle ossa possono aggravarsi di molto se si continua ad impegnarsi in attività fisiche. Certo, quando si tratta di un’escoriazione o di un graffio, basterà una fasciatura e si potrà continuare a fare la propria attività sportiva.

La maggior parte delle lesioni dovute allo sport si possono curare senza problemi a casa. Basta seguire il cosiddetto principio RICE:

  • Rest (riposo)
  • Ice (ghiaccio)
  • Compression (compressione)
  • Elevation (sollevamento)

Ondt eller øm i hælen

Se tuttavia il dolore non diminuisce entro pochi giorni, va consultato il medico per una valutazione approfondita della lesione.Se il dolore forte e il gonfiore si verificano immediatamente dopo la lesione, bisognerà rivolgersi al medico per appurare che non vi siano danni gravi all’articolazione, all’osso o al legamento. Se si sente un colpo secco o uno scricchiolio, è importante ricorrere immediatamente al medico.

Per esaminare le lesioni alle articolazioni, alle ossa e ai muscoli ci si serve di radiografie, della TAC , della risonanza magnetica (MRI) o dell’ecografia.
Molte lesioni dovute ad attività sportive richiedono un periodo di riabilitazione al fine di recuperare la forza e la stabilità dei muscoli e delle articolazioni, una volta che la lesione in sé è guarita.

Se si è esposti ripetutamente alla stessa lesione, potrebbe essere necessario smettere del tutto di praticare quello sport. Il tessuto danneggiato è spesso un po’ più debole dopo la guarigione e quindi è più grande il rischio di una nuova lesione dello stesso tipo. A seguito di una lesione aumenta il rischio di sviluppare l’osteoartrite come conseguenza.

Combinando il riposo con una riabilitazione equilibrata, sarà possibile rafforzare l’articolazione, il muscolo o l’osso lesionato.

Vale a dire che il riposo sarà necessario a seguito di una lesione, ad es. a un muscolo, tendine, legamento o osso, ma che si dovranno anche fare esercizi per rafforzare il tessuto interessato, così che diventi più forte di prima che si verificasse la lesione. Potrebbe capitare che la riabilitazione richieda più tempo di quanto se ne sia usato per allenarsi, prima che si verificasse la lesione.

Per ottenere i migliori risultati consultare il proprio fisioterapista, medico o specialista. Il programma di riabilitazione dovrebbe comprendere quanto segue:

  • Programma di cardiofitness
  • Allenamento per acquisire forza e elasticità
  • Esercizi specifici rivolti alla parte del corpo lesionata

Come regola generale ci si può aspettare la seguente linea temporale per un programma di riabilitazione:

1: 4 settimane di allenamento per migliorare la forza muscolare
2: 4 mesi di allenamento per migliorare la resistenza ossea
3: 8 mesi di allenamento per migliorare la resistenza di tendini e legamenti

Se si verifica una lesione da sforzo, la sensibilità si svilupperà spesso diverse ore dopo lo sforzo in questione, vale a dire non prima della sera o della mattina successiva. Ciò va tenuto presente! È un segnale importante che il tessuto è stato esposto a uno sforzo maggiore di quanto fosse in grado di sopportare e che si è verificata una lesione.Ripensando il proprio programma di allenamento, in alcuni casi potrebbero essere necessari pochi giorni di riposo e di esercizi specifici per far sparire i sintomi. Se non si modifica il proprio programma di allenamento, lo sforzo persisterà e nel giro di alcuni giorni o mesi la lesione diventerà cronica e di lunga durata, dolorosa e infine irreversibile.

Per evitare queste lesioni è importante controllare che la propria attrezzatura sportiva fornisca un supporto adeguato e che sia comoda da indossare. Prestando attenzione all’allineamento dei piedi nella loro posizione naturale, si correggerà la pressione sulle articolazioni, in particolare sulla caviglia, sulle ginocchia e sui fianchi nonché sulla colonna vertebrale. Quando i piedi e le caviglie sono allineati nelle loro posizioni naturali, anche le ginocchia, i fianchi e le spalle sono naturalmente allineati. Un buon allineamento comporta spesso un efficace sollievo dal dolore.
Un buon allineamento elimina anche gli sforzi non necessari su muscoli, articolazioni, ossa e legamenti, in quanto il peso corporeo è ottimamente bilanciato in un corpo allineato. Si potranno anche evitare i tradizionali cuscinetti di compressione, le zeppe e i sostegni dell’arcata in quanto un buon allineamento assicura una sana mobilità dei muscoli sotto il piede. I piedi lavorano in modo più naturale utilizzando tutti i relativi muscoli, il che può comportare anche un miglioramento della metatarsalgia. Tutti questi elementi insieme contribuiscono a prevenire le lesioni da attività sportiva e a promuovere la riabilitazione.

Align Footwear
Per ottimizzare le prestazioni le solette Align Footwear® hanno un sistema a tre punti, brevettato a livello mondiale, che perfeziona controllo, stabilità e contatto tra i piedi e il piano di appoggio. Le solette Align Footwear® agiscono sul piede e creano le migliori condizioni di lavoro possibili per i muscoli e i legamenti della parte inferiore della gamba, della caviglia e del piede, garantendo che tutte queste parti del corpo vengano usate nella maniera più naturale possibile in relazione al movimento del piede.Tra gli altri fattori, queste solette sono il risultato di un’intensiva ricerca biomeccanica sulla catena cinetica. La nostra ricerca ha prodotto nuove conoscenze su come la pressione si distribuisce sulla pianta del piede in tre diversi tipi di piedi (quelli caratterizzati da pronazione, quelli neutrali e quelli caratterizzati da supinazione).

Il lavoro di sviluppo ha prodotto una soletta che utilizza le funzioni di assorbimento degli urti e di generare il movimento in avanti che sono proprie del piede. L’azione delle solette è diretta a correggere la posizione del tallone, così che anche ginocchia, fianchi e spalle siano allineati in una posizione naturalmente bilanciata. Il design stratificato delle nostre solette implica che ci sono diversi gradi di durezza nella soletta esterna e mediana della scarpa per ottimizzare il contatto con il piano d’appoggio, stabilizzando e allineando il corpo in modo ottimale.


Politica di refusione a 60 giorni

Restituzione dei soldi garantita

Ring til Mette Fly hvis du har spørgsmål

Hai delle domande?

Chiamaci al numero +45 22 633 633
oppure invia una email a contattaci@alignfootwear.it